Blue Flower

Lettera-appello di Adriano Sgrò, Coordinatore nazionale dell'Area 'Democrazia e Lavoro' CGIL

LOTTA ALLA MAFIA. SGRO’ (CGIL), ATTENTATO AL LOCALE DI GIOVANNI IMPASTATO: SEI IL NOSTRO ORGOGLIO, TI AIUTEREMO NELLA RICOSTRUZIONE


Lettera del Coordinatore dell’area Democrazia e LavoroCGIL in solidarietà con il fratello di Peppino Impastato: “La lotta contro le mafie e contro le prepotenze vili deve proseguire con l’attenzione di tutta la società civile e delle Istituzioni, anche per evitare che la coscienza dei giovani possa essere infettata dal virus del morbo mafioso”

 

Caro Giovanni,
con le Compagne e con i Compagni di Democrazia e Lavoro Cgil ti siamo vicini in questo momento che non esitiamo a definire tragico.
Abbiamo sempre apprezzato il tuo impegno e la tua forza nel condurre una strenua ed autentica lotta a testa alta contro la mafia e le prepotenze violente che si abbattono da tanti anni in Sicilia e in tutto il paese.
Vogliamo quindi esortarti a continuare sulle orme dell’impegno del nostro caro e compianto amato Peppino e ti siamo a fianco denunciando che non sarà un meschino atto a fermarci.


Nei prossimi giorni vorremmo anche sostenerti nell’operazione di ricostruzione e riavvio della tua attività e pensiamo che la lotta contro le mafie e contro le prepotenze vili debba proseguire con l’attenzione di tutta la società civile e delle Istituzioni, anche per evitare che la coscienza dei giovani possa essere infettata dal virus del morbo mafioso.
Giovanni continua a testa alta e non smettere di essere l’orgoglio nostro, di un paese che vuole combattere mafie e illegalità e che può e deve ridare fiducia ai nostri giovani.
Peppino, come diciamo ogni anno nella nostra marcia da Terrasini a Cinisi, vive e lotta insieme a noi e le sue idee, anche grazie al tuo esempio, non moriranno mai.
Un abbraccio e forza!
Adriano Sgrò