Blue Flower

 

INDISPENSABILE MAGGIORE CHIAREZZA NEL BILANCIO DELL’INPS, SEPARANDO PREVIDENZA DA ASSISTENZA

 

di Nicola Nicolosi - Coordinatore nazionale “Democrazia e Lavoro” Cgil

Nel ’92 l’intervento di Amato sulle pensioni, giustificato con la necessità di salvare l’Italia, ha soppresso l’aggancio alla dinamica salariale media, per cui da allora le pensioni non possono che perdere, e ha bloccato per due anni la rivalutazione dell’inflazione, mai più recuperata. S’è trattato del punto di svolta fra il precedente periodo di acquisizioni previdenziali e l’inizio di una progressiva forte erosione, che ha falcidiato le pensioni, utilizzate come un “bancomat” per tappare i buchi del bilancio pubblico nazionale (ma perché invece non intervenire per recuperare, davvero, l’enorme evasione fiscale?).pensioni
Dopo i continui tagli, proseguiti per tutti questi anni, in particolare dalla rapina della “riforma Fornero”, che ha peggiorato drasti-camente la situazione di milioni di lavoratori, sono stati coronati da una ripetizione, da parte del governo Renzi, della stessa manovra di Amato, ma per un periodo più lungo, e perciò con tagli più drastici di allora.

Cambiare la legge Fornero per un sistema previdenziale equo e sostenibile

 

Comunicazione di Gian Paolo Patta

libretto previdenza 9 1 15

 

 

Nel corso del 900 l’umanità compie un enorme salto in avanti: la enorme crescita della capacità produttiva,
dovuta alle scoperte scientifiche e alla loro applicazione su vasta scala, supera in pochi anni quanto prodotto nei millenni di storia precedente. Il nascente movimento dei lavoratori, anch’esso un prodotto della età moderna, persegue tenacemente due grandi obiettivi:

l’allargamento della base democratica dello Stato alla nuova classe sociale, che rivendica un ruolo di direzione della nuova formazione sociale